Posso inviare una fattura elettronica all’estero?

Premessa

Oggi non è obbligatorio per un’azienda o un professionista italiani emettere fattura elettronica ad un cliente estero. Lo stesso vale per un’impresa straniera, non è obbligata a emettere fattura elettronica ad un’azienda italiana.

Infatti l’art. 1, comma 3 del D.Lgs. n. 127/2015 dispone l’obbligo di fatturazione elettronica per “le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti, stabiliti o identificati nel territorio dello Stato.”

Esterometro o fattura elettronica?

Se un professionista o un’azienda italiani fanno un’operazione intracomunitaria, la relativa fattura potrĂ  essere emessa in formato cartaceo, ma sarĂ  necessario comunicare all’Agenzia delle Entrate i dati presenti nella fattura emessa:

Il secondo metodo (inviare una fattura elettronica in cui il codice destinatario sono tutte “X”) facilita senza dubbio la gestione quotidiana dell’attivitĂ  perchè sarĂ  inviata in automatico la fattura al Sistema di Interscambio dell’Agenzia delle Entrate e per l’imprenditore non rimanche che inviare il classico PDF via email all’azienda estera.

Note: Se si tratta di soggetti Extra UE va inserito nel campo “identificativo fiscale IVA” il codice: “00 99999999999”.